ASSASSINIO NELLA CATTEDRALE

Cantata “Assassinio nella Cattedrale” di V. Donella, per  Baritono,  Coro, Clarinetto in Do,  Archi, Organo e Percussioni e Te Deum  KV 141, di W. A. Mozart (1756-91) per Coro, Orchestra  e Organo. Produzione della Schola Cantorum e Daphne Chamber Orchestra, dirette da Fabrizio Da Ros.

Opera tratta dal dramma religioso di Thomas Stearns Eliot, scrittore americano nato nel Missouri nel 1888 e vissuto in Inghilterra a partire dal 1915. Nell”Assassinio”, l’autore riesce a fondere armonicamente sia la lirica che la teatralità con notevoli esiti anche sul piano stilistico. Eliot infatti, inventò un tipo di verso che poteva esprimere anche le semplici forme del parlato quotidiano, pur mantenendo alto il tono della poesia senza scadere mai nel prosastico.

L’opera si presenta con  un solo attore, il vescovo e quattro cori: quello delle semplici donne spaventate, quello dei preti, quello dei tentatori e quello dei cavalieri assassini.

 Siamo nel XII sec; Tommaso Bekett, un tempo amico fidato e cancelliere del re Enrico II d’Inghilterra, nominato vescovo di Canterbury, sente il significato di questa carica e, rotta ogni connivenza con l’immorale vita pubblica  si dà a rigorosissima ascesi.

Il re, feroce e deluso per l’abbandono dell’amico che apertamente lo accusa di violenza e immoralità, lo perseguita. Tommaso ripara per sette anni in Francia, poi rotto ogni indugio, ritorna. Tra i suoi preti atterriti, a Canterbury  subisce l’attacco di chi lo odia e cade sotto i pugnali dei cavalieri del re.

L’assassinio del vescovo Beket avviene durante l’esecuzione  del Te Deum. questo il motivo dell’inserimento nella produzione.

Queste le esecuzioni:

  • Ferrara, 27-05-2000
  • Fiera di Primiero (TN), 04-11
  • Santa Giustina, 09-12
  • Ponte nelle Alpi (BL) 30-12
  • Pieve di Cadore (BL), 31-03-2001
  • Sedico (BL) 07-10
  • Ponte di Piave (TV), 28-12

Sorry, comments are closed for this post.